SocialOsa Overlimits

I LIMITI COME LE PAURE, SONO SPESSO SOLTANTO ILLUSIONI”             Michael Jordan

Lo sport è per tutti, è occasione di aggregazione, è motore di cambiamento soprattutto per quelle persone che vivono una condizione di disabilità.

Lo scopo del progetto SocialOsa Overlimits è quello di avviare alla pratica della pallacanestro ragazzi affetti da disabilità cognitive anche gravi tra cui ragazzi con sindrome di Down, autistici o con ritardo. Si rivolge a ragazzi e ragazze di età compresa tra i 15 e i 35 anni e mira a mettere lo sport, in questo caso il basket, al centro di processi di abbattimento di barriere sociali e culturali.

Nel campo da basket questi giovani adulti escono dalla dimensione della disabilità per entrare nella veste di atleti, imparando a fare squadra indipendentemente dalla propria o altrui abilità. Ogni risorsa vale per provare a fare canestro insieme.

Questo è il bello del basket integrato, nel vero senso della parola, un luogo in cui ciascuno può imparare ad andare oltre i propri limiti quotidiani per entrare nella dimensione che solo lo sport inclusivo sa insegnare: vinciamo quando riusciamo a esprimerci al meglio di noi stessi!

Il basket è l’unico sport che tende al cielo e questa è una rivoluzione per chi tende sempre a guardare per terra!

SCOPRI IL PROGETTO SOCIALOSA OVERLIMITS

Condividi con le persone a te care

Progetti di solidarietà

  1. Bike for Good

    Il progetto sportivo educativo "Bike for Good", realizzato in collaborazione con Fondazione EOS, sarà sviluppato all'interno delle scuole con le quali collaboriamo nelle periferie delle città e supporterà l’inclusione, il coinvolgimento e la riattivazione dei giovani adolescenti tra cui i NEET (not in education, employment or training) per avvicinarli al variegato mondo della bicicletta e creare in loro la consapevolezza di poter essere “parte attiva” della sostenibilità dell’ambiente.
    • €2.575 Raccolti
    • €3.000 Obiettivo
  2. Progetto Stringhe

    “STRINGHE - Piccoli numeri in movimento”, è il primo progetto in Italia che unisce educazione digitale e motoria.
    • €11.500 Raccolti
    • €20.000 Obiettivo
  3. “TUKIKI: diamo insieme un calcio alla disabilità”

    Il calcio, come strumento per superare le difficoltà di comprensione e socializzazione.
    • €3.000 Raccolti
    • €3.000 Obiettivo
  4. Sport For Good

    Calcio, basket, judo, vela e più di 20 discipline sportive in gioco. Oltre 400 bambini e ragazzi che ogni anno, possono praticare gratuitamente uno sport, come strumento di recupero, riscatto e formazione. Il progetto Sport For Good è attivo nelle periferie delle principali città italiane come Roma, Napoli e Milano.
    • €4.000 Raccolti
    • €10.000 Obiettivo